Scrivono
Il governo mondiale dei Minimi

Il governo mondiale dei Minimi

di S. Torre Quando i Minimi giunsero al governo molti si sentirono sollevati. I Minimi occuparono i punti chiave delle istituzioni, non che contasse tanto, erano i Minimi perché non avevano proprio il potere, lo servivano ad un livello più alto. Lo servivano ovunque e in breve divenne sempre più difficile non trovarne uno al...
Frammento

Frammento

di Marco Colonna Il testo scritto per Natacha Daunizeau, è un gesto di amore. Per tutte le donne. Per la loro capacità di lottare, resistere, amare ed inventare il Mondo. Oggi, più che mai, mi sembra necessario non lasciarlo nel contenitore dello spettacolo costruito su di esso. Lo lascio qui a chi lo voglia leggere,...
Il governo mondiale dei Minimi

Il governo mondiale dei Minimi

di S. Torre     Quando i Minimi giunsero al governo molti si sentirono sollevati. I Minimi occuparono i punti chiave delle istituzioni, non che contasse tanto, erano i Minimi perché non avevano proprio il potere, lo servivano ad un livello più alto. Lo servivano ovunque e in breve divenne sempre più difficile non trovarne...
Un'esistenza Collettiva Felice

Un’esistenza Collettiva Felice

di A. Torre La domanda fondamentale è: quali sono i presupposti per una esistenza felice? Non un’esistenza individuale felice, ma l’esistenza di un essere sociale felice. Inevitabilmente, per un essere umano, la felicità non può che essere felicità condivisa, se non si vuole che si trasformi in lotta competitiva per la propria felicità, che si...
Un'esistenza Collettiva Felice

Un’esistenza Collettiva Felice

di A. Torre La domanda fondamentale è: quali sono i presupposti per una esistenza felice? Non un’esistenza individuale felice, ma l’esistenza di un essere sociale felice. Inevitabilmente, per un essere umano, la felicità non può che essere felicità condivisa, se non si vuole che si trasformi in lotta competitiva per la propria felicità, che si...
Rosa di Damasco

Rosa di Damasco

Sfioriscono, le rose di damasco, di petali sono coperte le strade della Siria, petali sulle case, sulle donne, gli uomini e i bambini, 250 mila petali, per la sorella perduta sotto il muro, per il fratello in mille foglie sparpagliato per il vecchio che sogna ad occhi aperti i giganti hanno voluto una guerra, e...
Abisso e Democrazia

Abisso e Democrazia

da “Dominio, Natura, Democrazia – Comunità umane e comunità ecologiche” di S. Torre Il quarantennio di crisi che stiamo vivendo ha già modificato l’intero assetto geopolitico del pianeta, ma tale trasformazione è avvenuta solo grazie ad un aumento smisurato del danno ecologico complessivo. L’impatto reale sulla biosfera dell’intera attività umana degli ultimi anni è destinato...
Abisso e Democrazia

Abisso e Democrazia

da “Dominio, Natura, Democrazia – Comunità umane e comunità ecologiche” di S. Torre   Il quarantennio di crisi che stiamo vivendo ha già modificato l’intero assetto geopolitico del pianeta, ma tale trasformazione è avvenuta solo grazie ad un aumento smisurato del danno ecologico complessivo. L’impatto reale sulla biosfera dell’intera attività umana degli ultimi anni è...
Confini fisici e psicologici nella narrazione del corpo

Confini fisici e psicologici nella narrazione del corpo

di S. Nicolosi     Quando ci troviamo davanti ad uno specchio, sappiamo di essere noi e non una persona che ci scruta attentamente, perché sin dall’infanzia[*] abbiamo sviluppato la capacità di riflettere su noi stessi. Grazie a questa capacità organizziamo un sistema esplicito (consapevole) di conoscenze e di informazioni che ci riguardano, che ampliamo...
La Costruzione di uno Scenario di Guerra

La Costruzione di uno Scenario di Guerra

di D.Parducci   La vicenda di Parigi, con tutta la sua tragicità, necessita di essere letta con tutta una serie di elementi per riuscire a guardarla all’interno dei suoi reali contorni:   – Il terrorismo è un fenomeno determinato dagli attuali assetti di potere, chiunque dica/prometta di eliminarlo attraverso delle azioni (soprattutto legate alla privazione...
Senza chiedere permesso

Senza chiedere permesso

di A. Torre E senza chiedere permesso toccherò la terra con i piedi porterò il mio nome in ogni luogo attraverserò fiumi, mari, montagne e senza chiedere permesso con la parola libertà tra le dita aprirò tutte le porte reclamando aria reclamando spazio reclamando cibo, acqua, amore esausto approderò in quella terra che chiami tua...
Il Banco, il Brutto, la Tecnofascia e il Greco - Avviso importante: contiene un referendum a fine brano!

Il Banco, il Brutto, la Tecnofascia e il Greco – Avviso importante: contiene un referendum a fine brano!

a cura del collettivo Mind Gardeners   Salve a tutti, vorrei raccontarvi una cosa strana che è accaduta al mio amico Sirtaki. L’altro giorno è passato a trovarlo suo fratello Banky, con la sua amica Merk:     Banky: Senti, dovrei parlarti di quei soldi che ti ho prestato. Sirtaki: Si certo, guarda che te li...